Altro Personaggio

Polgara

"Colsi distrattamente una rosa rossa e la tenni sul palmo aperto, mentre tendevo la mano. Lo feci lentamente. La rosa si seccò e rimpicciolì fin quasi a scomparire, poi dal mucchietto di petali raggrinziti salì verso la luce del sole un germoglio dapprima esile, che poi si ingrossò e si ramificò. Spuntarono le foglie, quindi le estremità dei rametti si gonfiarono formando dei germogli. Quando questi sbocciarono, ogni nuova rosa aveva un colore diverso."
(Tratto da "Polgara la maga")

Ecco la figlia di Belgarath e Poledra, gemella di Beldaran. Donna bellissima e dai poteri immensi e stata nei millenni la guardiana della stirpe che avrebbe sterminato il Dio Drago.

- Io ti proteggerò, dama Pol - fu la cocciuta risposta. - non sono un guerriero ne un mago, ma non permetterò a nessuno di farti del male.
Gli occhi della donna si dilatarono per un istante per la sorpresa, quindi si socchiusero e subito dopo si addolcirono. Garion, che la conosceva dall'infanzia, riconobbe quel rapido succedersi di emozioni. Senza preavviso lei abbracciò di un tratto lo soncertato Durnik.
- Grande, caro, goffo sciocco - disse. - Non rifarlo mai più...mai più! Mi hai quasi fatto arrestare il cuore.
Garion distolse lo sguardo, avvertendo uno strano nodo alla gola, e scorse il breve, astuto sorriso che passava sul viso di Messer Wolf.

(Tratto da "La Regina della Magia")